Il percorso ha l'intento di far conoscere ai bambini una straordinaria villa del nostro territorio in cui per secoli si sono avvicendati molti personaggi singolari che hanno vissito nei locali della villa condizionandone il suo percorso.

La visita ha lo scopo di scoprire le tracce nelle architetture, nell'arredamento e nei dipinti murali che ci fanno meglio comprendere come si svolgeva la vita in Villa (sia dal punto di vista dei proprietari che da quello dei lavoranti). Tali tracce sono la reale ed evidente testimonianza materiale che ci aiutano a capire molte dinamiche di un tempo.

Inoltre dopo la visita agli affreschi, la conoscenza e la sperimentazione diretta dei materiali, dei colori e delle attrezzature necessarie, i bambini potranno verificare, per esperienza diretta, cosa si nasconde dietro un affresco; quali sono stati e quali sono ancora oggi i tempi di ideazione, progettazione e lavorazione necessari per crearlo.
Il percorso che prevede la visita al Museo come prima esperienza, si articola in tre incontri per ogni classe di attività di laboratorio teorico-pratica di sperimentazione sui materiali.

DESTINATARI Alunni della Scuola Primaria (dalla classe terza alla classe quinta)
Alunni della Scuola Secondaria

FINALITA' Conoscenza di una realtà museale del territorio, della sua storia, della sua valenza socio culturale, della vita delle famiglie che si sono succedute nella storia della Villa; riscoperta dei "lavori di un tempo" attraverso alcuni attrezzi utilizzati da chi lavorava nella proprietà.
Sperimentazione e apprendimento di una tecnica pittorica antica poco conosciuta: il dipinto murale ad affresco.

OBIETTIVI

  • Educare all'arte e far nascere interesse per il colore, la forma e la materia;
  • Sviluppare la sensibilità artistica;
  • Far capire al bambino quali azioni mentali e manuali sono celate dietro ad un dipinto ad affresco.
  • Sperimentare alcuni processi manuali, visivi, mentali che mettono in relazione l'alunno con l'opera da lui stesso realizzata;
  • Far diventare protagonista I bambini in quanto ideatori e creatori di prodotti artistici.
  • Creare relazioni positive tra i bambini attraverso il lavoro di gruppo;
  • Favorire la conoscenza di sé e degli altri attraverso il "gioco del fare";

TEMI La comprensione di una tecnica tradizionale ma spesso rivalutata e ancora oggi utilizzata come quella del dipinto murale ad affresco; la conoscenza della storia della Villa legata a quella dei "personaggi" e delle famiglie che si sono succedute nei secoli, guideranno il percorso di lavoro.
Tale percorso sarà sviluppato e approfondito secondo metodologie differenti per ogni fascia d'età, e sarà sperimentato attraverso materiali e tecniche appropriate.
Il percorso sarà effettuato in base alla scelta della tecnica preferita e richiesta dalle insegnanti; scelta fatta in base alle esigenze di ogni singolo Programma di Offerta Formativa del proprio Istituto Scolastico.

PROGRAMMA: La prima parte prevede la visita al Museo di Villa Bozzolo, del suo giardino e di tutti i fabbricati annessi; l'analisi degli affreschi, dei soggetti e dei particolari dipinti. La seconda parte prevede due incontri in classe in cui, nel primo si farà la conoscenza dei materiali e delle tecniche proprie dell'affresco ed in particolare di quelle utilizzate nel Settecento, come nella Villa. Nel secondo incontro di 4 ore, sotto la guida esperta dell'operatore, i bambini ideeranno, progetteranno e realizzeranno un vero e proprio affresco.

Durata:

  • N. 3 incontri/laboratori di 2H cad. per ogni gruppo/classe così suddivisi:
  • N.1 incontro di visita al museo 2H
  • N.1 incontro di ideazione, progettazione del disegno 2H
  • N. 1 incontro di realizzazione degli affreschi 4 H

IL DIPINTO AD AFFRESCO: realizzazione di un vero affresco attraverso la conoscenza e l'uso delle tecniche tradizionali utilizzate dai grandi maestri intorno al Settecento.
1)

  • OSSERVAZIONE DI AFFRESCHI REALIZZATI DA UN PITTORE LOCALE NEL CORSO DEGLI ANNI "D'ORO" DELL'AFFRESCO E COMPRENSIONE DEL PROCEDIMENTO NECESSARIO A REALIZZARLI
  • IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DEL DISEGNO PREPARATORIO
  • REALIZZAZIONE DEL "CARTONE" CON LA TECNICA DEL CARBONCINO
  • PREPARAZIONE DEL SUPPORTO
  • REALIZZAZIONE DELL'AFFRESCO

progetto per i piccoli

DESTINATARI Alunni della Scuola dell'Infanzia e della Scuola Primaria (cLASSE PRIMA)
FINALITA' Conoscenza di una realtà museale del territorio, della sua storia, della sua valenza socio culturale, della vita delle famiglie che si sono succedute nella storia della Villa; riscoperta dei "lavori di un tempo" attraverso alcuni attrezzi utilizzati da chi lavorava nella proprietà.

TEMI La conoscenza della storia della Villa legata a quella dei "personaggi" e delle famiglie che si sono succedute nei secoli, il lavoro da loro svolto, la scoperta delle attività lavorative di un tempo guideranno il percorso di lavoro.

PROGRAMMA: La prima parte prevede la visita al Museo di Villa Bozzolo, del suo giardino e di tutti i fabbricati annessi; l'analisi degli affreschi, dei soggetti..
La seconda parte prevede due incontri in classe in cui, nel primo si farà la conoscenza dei lavori de delle attività svolte nel corso dei secoli nella Villa ( viticoltura, bachicoltura prevalenteMENTE)
Nel secondo incontro i bambini ideeranno, progetteranno e realizzeranno uno strumento-gioco (IL LIBROBACO) che riassumerà in se le varie fasi di vita del baco da seta e che fungerà da stimolo per un gioco corporeo di gruppo.

Durata:

  • N. 3 incontri/laboratori di 2H cad. per ogni gruppo/classe così suddivisi:
  • N.1 incontro di visita al museo 2H
  • N.2 incontri di ideazione, progettazione e uso dei materiali realizzti 2H

Il percorso ha l'intento di far conoscere ai bambini una straordinaria villa del nostro territorio in cui per secoli si sono avvicendati molti personaggi singolari che hanno vissito nei locali della villa condizionandone il suo percorso.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Altro in questa categoria:
« Interpretando il Museo Parsi Valle
Close Panel

Member Login